Sigillo



Comune di Sigillo
Coordinate: 43°19′52″N 12°44′32″E

Altitudine 490 m s.l.m.
Abitanti 2532


Sigillo è un Comune a carattere montano che insiste al 201esimo chilometro della strada consolare "Flaminia" ed è situato all'estremità nord orientale della provincia di Perugia all'interno del Parco regionale del Monte Cucco.
La circoscrizione del Comune è costituita dalla Frazione Scirca, lungo la Flaminia, e dalla Frazione di Vai di Ranco in cui è localizzato a circa 1.000 metri di altitudine un villaggio turistico con attività ricettive.
L'intero comune ha un superficie di circa 26 kmq, al centro Piazza Martiri, graziosa e raccolta con i lastroni di pietra rosa d'Assisi e le composizioni geometriche in travertino accoglie la pesante copertura circolare di un antico pozzo e fa da sfondo all'edificio del Palazzo Comunale, originario del dodicesimo secolo, con la sua facciata neoclassica del 1802 e alla sua torretta con la campana grande antica del tempo dei Priori e degli Statuti. All'interno vi è conservato il bellissimo e antico "libro degli statuti della terra di Sigillo" del 1616 ed è stata allestita una mostra permanente con alcuni quadri facenti parte della donazione Anton Pietro Valente (1896 - 1973) donati dalla famiglia.
Nelle vicinanze della piazza ci sono due splendide chiese, la Chiesa Parrocchiale di Sant'Andrea Apostolo e la chiesa di Sant'Agostino.
La prima ha origini lontanissime di antica Pieve intorno a cui rinacque il borgo dopo le distruzioni barbariche ed ha subito nel corso dei secoli profondi cambiamenti e ricostruzioni. In particolare nel 1802 fu demolita e poi ricostruita. All'interno accoglie la "tela del Rosario" del sedicesimo secolo, la "Madonna col bambino", un coro in noce seicentesca e nella sacrestia sono custodite altre tele e arredi sacri assai pregiati.
La chiesa di Sant'Agostino (1788 - 1791) è costruita sopra le fondamenta dell'antica Chiesa di Santa Caterina di cui oggi rimane la sola Cripta medievale, restaurata recentemente dall'Amministrazione Comunale ed adibita attualmente a centro culturale. L'interno ha una sola navata con eleganti pilastri e capitelli che raggiungono il cornicione. Di certa imponenza è l'organo e i due confessionali in noce. Dietro il coro spicca la splendida tela dell'Annunciazione dell'insigne pittore sigillano Ippolito Borghesi dipinta nel 1616.
L'altare maggiore è monumentale e ricchissimo, costruito alla fine del 1700, ha varie qualità di marmo tra le quali rosso di Francia, giallo di Siena ed onice di Marocco.
Altre chiese meritano attenzione, in particolare la chiesa di San Giuseppe, la Chiesa di S. Maria Assunta in Frazione Scirca e l'antico oratorio di S. Anna (chiesa del Cimitero) con affreschi di Matteo da Gualdo.
Il territorio circostante è ricco di reperti risalenti all'epoca romana come lo splendido ed imponente Ponte Romano, detto "Spiano" lungo 32 m che si erge imponente sopra il torrente Fonturci.

A Sigillo l'ambiente si coniuga con lo sport: boschi antichi, grotte profonde, prati silenti, balze magiche (spaccatura delle Lecce), torrenti purissimi e sentieri tortuosi, ambiente ideale per trekking, escursionismo sotterraneo, mountain bike, torrentismo, volo libero (deltaplano e parapendio).
Il Monte Cucco infatti è una delle poche località dove si disputano competizioni nazionali ed internazionali di volo libero per le particolari condizioni ambientali, metereologiche ed orografiche favorevoli. È l'unico comune in Italia ad aver ospitato il Campionato Mondiale di Volo Libero nel 1999 e nel 2011.
Prodotti tipici
Il nostro territorio offre una vera e propria ricchezza di prodotti. Partendo dal sottosuolo il pregiatissimo tartufo bianco che vive in ottima compagnia con tutte le specie di tartufo nero. Il sottobosco offre una grande qualità di funghi: dai ricercati porcini a ovuli, galletti, pratarelli, torrini, biette, chiodini e famigliole, tra i frutti di bosco non mancano ribes neri e rossi, fragole, lamponi, more e corriole ed in primavera asparagi selvatici. Le fioriture di primavera ed inizio estate contribuiscono alla produzione di miele di alta qualità e di grande varietà.
Tra le produzioni locali spiccano i formaggi in particolar modo il pecorino, la ricotta, la caciotta mista e il formaggio di fossa.
Un'altra importante produzione riguarda la coltivazione di cereali con prevalenza di farro, orzo mais e miglio e di straordinari legumi come lenticchie, ceci o cicerchie.